vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

Articolazione del Dottorato

Il Dottorato si articola in tre curricula che condividono gli obiettivi formativi generali elencati sopra ma si differenziano per le finalità della ricerca. Nel curriculum Scienze Chimiche la formazione è prevalentemente orientata alla ricerca di base, mentre nei curricula di tipo industriale (Chimica Industriale e SINCHEM) sono maggiormente presi in considerazione gli aspetti applicativi e tecnologici e la trasferibilità in ambito industriale.
I principali settori di ricerca nel curriculum Scienze Chimiche riguardano la chimica computazionale, la chimica fisica, l’elettrochimica, la fotochimica, lo studio di polimeri, le scienze analitiche, la chimica organica, la strutturistica e la chimica dello stato solido, e la spettroscopia molecolare. In aggiunta agli aspetti relativi alla ricerca di base, per molti di questi settori la ricerca svolta ha anche importanti risvolti multidisciplinari sia in direzione nanotecnologica che biomedica. Le tematiche di ricerca del curriculum Chimica Industriale comprendono lo sviluppo di nuovi processi a maggior compatibilità ambientale, il miglioramento della produzione industriale di sostanze chimiche con l’introduzione di processi sostenibili (“Green Chemistry”), lo studio di metodi per l’abbattimento di inquinanti e la produzione di combustibili, la sintesi di materiali polimerici di interesse industriale e per la conversione di energia, lo sviluppo di nuovi catalizzatori, lo studio di processi per la produzione di composti chimici, combustibili o energia da fonti rinnovabili (es. biomasse). La ricerca riguarda anche l’applicazione di tecniche analitiche per la caratterizzazione di materiali destinati ad usi industriali e allo sviluppo di sensori. Nel curriculum SINCHEM vengono invece affrontati i temi principali della chimica sostenibile con massima attenzione per la loro applicazione industriale e lo sviluppo nell’ambito Europeo. La ricerca è principalmente focalizzata sullo sviluppo di catalizzatori innovativi, processi e solventi a minor impatto ambientale, sullo studio di processi per l’ottenimento di energia e materie prime da fonti rinnovabili, sullo sviluppo di microreattori che permettano la progettazione di impianti chimici caratterizzati da elevata modularità e flessibilità.